mercoledì 13 luglio 2016

NO SCHEI NO CAMPI! MANIFESTAZIONE SIT-IN 16/07/16 CASSOLA 9.30-13.30

Abbiamo deciso di tornare ad alzare la testa e la voce per richiamare l'attenzione di tutti i cittadini e degli organi di informazione sulla Pedemontana Veneta. É giunto il momento di iscrivere SIS & SPV tra i cattivi pagatori! Un altro anno è passato e non hanno pagato che briciole degli espropri!
Continuano a rinviare gli accordi, gli anticipi e i saldi, hanno la faccia di chiedere agli espropriati i soldi per pagare la documentazione di esproprio. I fatti dicono che gli espropriati finanziano la SIS e la costruzione della SPV, e avanzano centinaia di mln di €.
Per questo invitiamo tutti i cittadini e i creditori-espropriati di SPV a essere solidali contro questa truffa legalizzata e invitiamo tutti a venire vestiti di rosso o a portare un mantello rosso per fare le pittime alla sede SIS di Cassola (VI). Terremo una MANIFESTAZIONE SIT-IN riprenderemo lo slogan dello scorso anno NO SCHEI? NO CAMPI!!! Diamo appuntamento a tutti il 16 LUGLIO 2016 dalle ore 9,30 alle ore 13,30 a SAN ZENO DI CASSOLA presso l'UFFICIO ESPROPRI SIS in Via M.teVerena, 58-60.

Il Commissario Vernizzi sembra non capire l'interesse della Corte dei Conti su Pedemontana Veneta, mentre Luca Zaia dichiara per bocca della sua assessora che SPV ha pagato 43 mln€ per gli espropri. Sono briciole e siamo stufi delle balle , non bastano più 43 mln pagati in tutto per gli espropri.
Vogliamo tutti i 334 mln di € degli espropri e subito, basta con le mancette. Ancora briciole e prese per il culo, siamo di fronte alla Salerno Reggio del nordest, una cuccagna per la SIS meglio del MOSE di Mazzacurati e Baita. La verità è che gli espropriati finanziano il cantiere di SPV e invece questo si dovrebbe fermare per pagare prima gli espropri.
Se dopo sette anni dalla firma della concessione non ci sono i soldi per pagare la SPV, il Commissario si occupi di SIS, rescinda il contratto oppure si tolga da mezzo! Sarebbe ormai giunta l'ora di iscrivere la SIS nell'elenco dei cattivi pagatori, questo sarebbe il suo compito!
Dagli atti della Corte dei Conti emerge che per 3100 mln€ costruiscono una Pedemontana Veneta più corta, senza tutta la viabilità complementare del contratto di concessione. Siamo di fronte non tanto ad un reale e ulteriore aumento di costi per centinaia di milioni di € , ma ad un vero e proprio regalino! Questa è la ciliegina sull'albero della cuccagna di SIS messa da Luca Zaia inseme a Renato Chisso con la precedente giunta nel dicembre 2013. Questo è il primo passo per svegliare i tre inadempienti non vedo-Vernizzi, non sento-Zaia e non parlo-DoglianiSIS.
Elvio Gatto, Massimo follesa, Matilde Cortese prtavoce CoVePA
Promuove la manifestazione Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa
INFO per adesioni e partecipare: wwwcovepa@gmail.com blog: wwwcovepa.blogspot.it

1 commento:

  1. a me interessa contribuire a dire NO alla pedemontana veneta se si è ancora in tempo, ma poiché i proprietari delle case hanno accettato gli espropri per denaro, forse ormai è troppo tardi.
    mi spiace per chi vuole i soldi degli espropri, ma non era questa la battaglia da fare.
    caterina diemoz

    RispondiElimina

TU COMMENTI NOI MODERIAMO